Ufficio di riferimento: Tributi 

Info e Contatti

NOVITA' COMODATO

Solo per l’anno 2013 e limitatamente alla seconda rata IMU, sono equiparate ad abitazione principale le unità immobiliari e relative pertinenze (nella misura massima di un’unità pertinenziale per ciascuna delle categorie catastali C/2, C/6 e C/7) concesse in comodato d’uso gratuito dal soggetto passivo dell’imposta a parenti in linea retta entro il primo grado che le utilizzano come abitazione principale.

 

Per usufruire della suddetta agevolazione è requisito fondamentale che l’indicatore ISEE familiare del comodante non superi il valore massimo di € 35.000,00.

I soggetti interessati a dette agevolazioni sono tenuti a presentare apposita comunicazione secondo il modello predisposto dall’Ufficio Tributi corredata dall’attestazione ufficiale rilasciata dall’INPS da cui si evinca il rispetto del suddetto limite entro la data di scadenza della MINI-IMU 2013 (24 GENNAIO 2014).

In caso di più unità immobiliari concesse in comodato d’uso gratuito dal medesimo soggetto passivo dell’imposta, l’agevolazione di cui sopra può essere applicata ad una sola unità immobiliare a scelta del contribuente.

Sono escluse da tale equiparazione le unità immobiliari classificate nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9.

 

Modulo comodato d'uso gratuito