Info generali

  • Aggiornamenti dal Comune di Brusaporto
  • Tutte le informazioni, le comunicazioni e i servizi attivati

🔴 Contatti e numeri utili

Per emergenze contattare il numero 112.

Per avere informazioni da ATS Bergamo contattare il numero 800447722.

Per avere informazioni da Regione Lombardia contattare il numero 800894545.

Per avere informazioni dal Ministero della Salute contattare il numero 1500.

🔴 Misure in vigore

Ecco in sintesi i punti più importanti per i cittadini di Brusaporto, in vigore dal 25 al 31 maggio 2020.

  • È fatto obbligo da parte degli individui che hanno fatto il loro ingresso in Italia da zone a rischio epidemiologico, come identificate dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, di comunicare tale circostanza al Dipartimento di Prevenzione dell’ATS, che provvederà a comunicarlo all’autorità sanitaria competente del territorio per l’adozione della misura di permanenza domiciliare fiduciaria con sorveglianza attiva.
  • È vietato ogni spostamento delle persone fisiche in entrata e in uscita dalla nostra Regione, con mezzi di trasporto pubblici o privati.
  • È vietata la mobilità dalla propria abitazione o dimora per i soggetti con sintomatologia respiratoria e/o febbre superiore a 37,5° C e per i soggetti sottoposti alla misura della quarantena (risultati quindi positivi al virus). Si consiglia di contattare il proprio medico curante.
  • Quando si esce da casa è obbligatorio adottare tutte le misure precauzionali consentite e adeguate a proteggere sé stessi e gli altri dal contagio. Pertanto, va sempre garantita la distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro, va sempre indossata la mascherina (o, in mancanza, qualunque altro indumento a copertura di naso e bocca) e deve essere effettuata frequentemente la disinfezione delle mani. La mascherina non è obbligatoria per i bambini fino ai sei anni, per l’attività sportiva intensa e per i portatori di forme di disabilità non compatibili con l’uso continuativo della mascherina e per le persone che interagiscono con loro.
  • È consigliato alle persone più anziane e fragili di non uscire dalla propria abitazione.
  • Sono chiuse le scuole di ogni ordine e grado: il Nido “L’albero”, la Scuola dell’Infanzia “Divina Provvidenza”, la Scuola Primaria “Don Martinelli” e la Scuola Secondaria di I grado “Aldo Moro”, con conseguente sospensione dei servizi educativi per l’infanzia e delle attività didattiche.
  • Sospensione di tutti i servizi extra-scolastici: mensa, aiuto compiti, pre-scuola.
  • Sospensione di tutte le gite scolastiche, le visite d’istruzione e le uscite didattiche.
  • Sospensione delle attività del CCRR (Consiglio Comunale dei Ragazzi e delle Ragazze), se non per via telematica.
  • Sono sospese tutte le manifestazioni, gli eventi, le assemblee pubbliche, le prove, le fiere, i meeting, i convegni, i congressi e le attività sociali, culturali, aggregative, sportive e ricreative in genere, organizzate in luoghi pubblici o privati.
  • Sono consentite le riunioni purché vi sia il rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro. Si invitano comunque i gruppi associativi, almeno in questa fase, nel continuare ad adottare modalità di collegamento da remoto, tramite videochiamate e videoconferenze, ove possibile.
  • Chiusura di tutti i centri aggregativi, quali l’Oratorio, il Centro Socioricreativo “Il Castello”, il TAB - Centro Giovani e la Sala Emeroteca, con la conseguente sospensione di tutte le attività.
  • Chiusura del Centro Sociale e sospensione di ogni attività (servizio infermieristico, assistenza previdenziale, ecc.), ad eccezione dell’ambulatorio pediatrico e dell’ambulatorio per il test sierologico.
  • Sospensione di tutti i corsi attivi: Università della Terza Età, corso di lingue, corso di taglio e cucito, “tombolate” pomeridiane.
  • Sono sospesi gli eventi e le competizioni sportive di ogni ordine e disciplina, in luoghi pubblici o privati.
  • Sono sospese le sedute di allenamento che si svolgono nei luoghi chiusi e per tutti gli allenamenti di sport di gruppo. Le palestre restano chiuse.
  • È vietata ogni forma di assembramento di persone in luoghi pubblici o aperti al pubblico.
  • Riaprono il Centro Sportivo, il Parco del Mercato, il Parco di San Martino, il Parco della Cooperazione, il Parco delle Nebbie, il Parco del Castello e l’area cani; è comunque obbligatorio rispettare tutte le norme igienico-sanitarie previste (evitare assembramenti, mantenere la distanza, indossare la mascherina).
  • Restano chiusi al pubblico gli Uffici Comunali. Per urgenze, suonare il campanello del Municipio o contattare il numero 035 6667711 dalle ore 9.00 alle ore 12.00. Per richiedere un appuntamento con gli Uffici Comunali, segui le indicazioni sul sito www.comune.brusaporto.bg.it.
  • Sono sospese le attività di sale giochi, sale scommesse e sale bingo. Sono bloccate tutte le slot machine e sono spenti tutti i monitor e le macchine per giochi e altri apparecchi simili.
 

 

Leggi le ordinanze complete:

 

🔴 Riapertura del Centro Culturale

Da martedì 19 maggio riapre il Centro Culturale, ma con alcune restrizioni. Ecco il decalogo da tenere in considerazione.
  1. Sarà attivo il servizio di restituzione dei libri da depositare nell'apposito box all'entrata del Centro Culturale. Il libro rimarrà comunque registrato come in possesso all'utente per i successivi 10 giorni, in quanto sottoposto a quarantena.
  2. Sarà attivo il prestito di libri solo per i volumi presenti a Brusaporto.
  3. La consegna dei libri prenotati online riprenderà da giugno; i libri in arrivo saranno sottoposti ad una quarantena di 10 giorni prima di poter essere ritirati.
  4. L'accesso sarà contingentato: si potrà entrare una persona alla volta.
  5. È obbligatorio indossare la mascherina e i guanti.
  6. Prima di entrare al Centro Culturale è obbligatorio igienizzarsi le mani.
  7. Si raccomanda agli utenti di recarsi al Centro Culturale solo se necessario e per un tempo di permanenza limitato.
  8. Sarà vietato l'utilizzo delle postazioni computer, la consultazione di riviste e quotidiani, la sosta nel Centro per qualsiasi altro motivo. Sono sospesi tutti i corsi e le attività all'interno del Centro Culturale.
  9. Restano chiuse l'aula studio e la Ludoteca.
  10. Sono sospese le donazioni di libri.

🔴 Partecipazione alle funzioni religiose

Da lunedì 18 maggio vi è la possibilità di partecipare alle celebrazioni religiose. In particolare, ecco le indicazioni da osservare per la partecipazione alle Sante Messe presso la Parrocchia S. Margherita di Brusaporto:

 

  • Le Messe feriali si celebrano in Chiesa Parrocchiale con i seguenti orari:
    - da lunedì a venerdì: ore 7.30 e 17.00
    - sabato: ore 7.30

 

  • Le Messe festive si celebrano in Oratorio nei seguenti orari:
    - sabato: ore 18.00
    - domenica: ore 8.00 - 9.30 - 11.00 - 18.00
    L’Oratorio è accessibile solo mezz’ora prima dell’orario della Messa per consentire la preparazione di tutto ciò che è previsto dal protocollo.

 

  • PRONTUARIO PER I FEDELI PER LA PARTECIPAZIONE ALLA MESSA

La Chiesa Parrocchiale può accogliere 36 persone.
L’Oratorio può accogliere 75 persone sedute sotto il porticato e 75 persone sedute nel cortile (le altre persone possono stare in piedi nel cortile nel rispetto delle distanze previste dal protocollo).

PRIMA DI RECARTI IN CHIESA/ORATORIO
1. Verifica la tua condizione di salute per non mettere in pericolo quella degli altri. Non possono accedere in Chiesa coloro che:
a) presentano sintomi influenzali e difficoltà respiratorie;
b) hanno una temperatura corporea uguale o superiore a 37,5°;
c) sono consapevoli di aver avuto contatto con soggetti positivi al virus SARS-Cov-2 nei giorni precedenti la celebrazione.

2. Cerca di raggiungere per tempo la Chiesa per consentire un ordinato afflusso secondo le procedure previste. La celebrazione della Messa inizierà puntualmente all’orario indicato.

PER ACCEDERE ALLA CHIESA/ALL’ORATORIO
3. L’accesso alla Chiesa è normato dal protocollo stipulato tra la Conferenza Episcopale Italiana e il Governo. Ottemperare a tali disposizioni richiede pazienza e un atteggiamento collaborativo.
Chi ti aiuta e ti offre indicazioni in questa fase delicata svolge le sue mansioni volontariamente e con spirito di servizio.
È obbligatorio indossare la mascherina che copra naso e bocca e igienizzare le mani al dispenser situato all’ingresso.

4. In Chiesa si entra solo dal portone, riservando la porta laterale per l’uscita.
In Oratorio l’ingresso avviene dal cancellino destro, mentre l’uscita dal cancellone centrale.

5. Entrando, disponiti in fila a una distanza minima di 1,5 m dagli altri.

6. Se i posti disponibili in Chiesa, sono esauriti e non sei riuscito ad entrare dovrai avere pazienza e tornare per un’altra celebrazione, oppure offrire a Dio il tuo desiderio che non si è potuto concretizzare a causa di questa situazione. Non sono previste eccezioni di alcun genere in deroga alla capienza massima della Chiesa.

IN CHIESA
7. Entrato in Chiesa occupa solo i posti indicati dal contrassegno, sarai aiutato dagli eventuali volontari.
8. Il rispetto dei posti assegnati vale anche per i nuclei famigliari, non è possibile derogare al distanziamento previsto, evita di portare con te bambini troppo piccoli.
9. Durante la celebrazione indossa sempre la mascherina coprendo bene bocca e naso anche durante le preghiere assembleari e i canti.
10. Le offerte per la colletta vengono deposte liberamente nei luoghi indicati al termine della celebrazione o secondo le indicazioni del celebrante.

PER LA COMUNIONE EUCARISTICA
11. Attieniti alle indicazioni del celebrante, il quale, dopo una necessaria igienizzazione delle mani e indossando guanti e mascherina, procede alla distribuzione dell’Eucaristia.
In Chiesa Parrocchiale passa il celebrante e se vuoi ricevere la Comunione rimani in piedi al tuo posto.
In Oratorio vengono date indicazioni precise sul luogo di distribuzione della Comunione e sulle modalità di spostamento.
Nel caso in cui ci si deve mettere in fila per ricevere la Comunione, si deve mantenere sempre la distanza di un 1,5 m dagli altri.

12. Quando il ministro ti presenta l’ostia consacrata mantieni la mascherina sul volto. Metti le mani una sotto l’altra, bene aperte in modo che il ministro possa appoggiare senza contatto l’ostia sul palmo della mano.
Non prendere l’ostia dalle mani del sacerdote. È lui che la depone sul palmo. La risposta “Amen” va data indossando la mascherina.
Successivamente spòstati, abbassa la mascherina e fai la comunione, rimetti la mascherina nel modo corretto e torna al posto.

PER USCIRE DALLA CHIESA
13. Al termine della Messa si esce dalla porta laterale, evitando di creare assembramenti e avendo l’attenzione di rispettare sempre la distanza di un 1,5 m dagli altri.

14. Non sostare sul sagrato. Evita di aspettare parenti e/o amici e di fermarti in gruppi numerosi e ravvicinati.

 

  • Orari di apertura della Chiesa Parrocchiale:
    ogni giorno dalle ore 7.00 alle ore 11.30 e dalle ore 14.00 alle ore 18.00

 

  • La celebrazione dei funerali avviene al Cimitero perché in Chiesa possono accedere solo 36 persone e ciò impedirebbe una partecipazione comunitaria a questo momento di lutto.

 

  • La scadenza per il pagamento delle lampade votive del Cimitero presso gli Uffici Comunali è prorogata al 30 giugno 2020.

🔴 Chiusura Uffici Comunali

Da giovedì 12 marzo gli Uffici Comunali sono chiusi al pubblico.

Il termine per il pagamento delle lampade votive è posticipato al 30 giugno 2020.

 

🔴 Attivazione Centro Operativo Comunale

L'Amministrazione Comunale ha attivato il Centro Operativo Comunale (C.O.C.), in via temporanea, al fine di assicurare nell'ambito del territorio comunale di Brusaporto la direzione e il coordinamento degli interventi di emergenza per l'epidemia da Covid-19.

La sede operativa del C.O.C. è istituita presso la Sala Operativa della Protezione Civile (piano secondo del Municipio), sita in Piazza Vittorio Veneto, 1 a Brusaporto.

Il Sindaco, quale autorità locale di Protezione Civile, coordina il C.O.C. che sarà attivo nelle seguenti funzioni di supporto:

  • Funzione tecnico-scientifica e pianificazione: Arch. Antonio Brevi
  • Sanità, assistenza sociale e veterinaria: Dott. Rosario Bua
  • Volontariato: Ing. Roberto Menga
  • Materiali e mezzi, censimento danni, persone e cose: Arch. Antonio Brevi
  • Servizi essenziali e attività scolastiche: Dott.ssa Monica Piazzalunga
  • Strutture operative locali e viabilità, telecomunicazioni: Comm. Capo Fabio Masserini
  • Assistenza alla popolazione e comunicazione: Arch. Antonio Brevi