Molte testimonianze ci ricordano il passato: antichità e ruderi del castello Medievale situato all'ingresso del paese e, sulle colline, diverse Ville e Palazzi, fra cui il complesso della Villa Belvedere ai piedi della collina con torre merlata romanica, che funge anche da torre passeraia.
La Chiesa Parrocchiale dedicata a S. Margherita è stata rimaneggiata e ricostruita nel 1729. Fra i dipinti il pezzo più ammirato è il Cristo portacroce, opera di Nicolò Frangipane (1580), che spicca fra le opere di F. Palazzano, P. Donzelli, G. Peverada e V. Orelli.
La seconda chiesa, in stile gotico, risale ai primi anni del 900 ed è dedicata alla Sacra Famiglia.
La chiesetta del Santissimo Crocefisso (1667) ora di proprietà comunale, è stata adibita a sede del Centro di aggregazione giovanile in Largo Donatori.
Un piccolo gioiello è la chiesetta romanica di S. Martino restaurata recentemente e affrescata con un trittico del 1400 di notevole imponenza, raffigurante al centro la Madonna Miracolosa sul trono con il Bambino che sorregge l'usignolo, ai lati due Santi: Martino e Giovanni Battista.
Sul manto della Madonna vi è una scritta in latino di cinque righe che ricorda il passaggio da Brusaporto nell'anno 1527 di seimila Lanzichenecchi avviati alla presa di Roma (famoso sacco di Roma).

Ultimo aggiornamento

24/08/2017, 11:14